Una lunga catena umana  aprirà  la nona edizione della Festa della Storia a Bologna; il Passamano per San Luca rievocherà quello che nel 1677 permise di trasportare sul Colle della Guardia i materiali necessari alla costruzione del grande portico e della basilica di San Luca.

Sarà il primo di una serie di eventi che dal 20 al 28 ottobre animeranno, con convegni, incontri, spettacoli e mostre,  strade e piazze di  Bologna, Ravenna, Faenza, Cesena, Rimini, Modena e Reggio Emilia.

Una manifestazione promossa dall’Alma Mater Studiorum  che rende Bologna  Capitale della Storia,  favorendo un apprendimento della storia che possa essere coinvolgente e, nel contempo,  possa fornire strumenti e conoscenze utili a vivere il presente e progettare il futuro in armonia rispettando le diverse identità e l’immenso patrimonio ereditato, attivando una sinergia tra le varie componenti del tessuto culturale, sociale, economico della città e del territorio.

Fondamentale dunque il ruolo delle scuole, dell’Università, di enti e associazioni culturali che, insieme a studiosi ed esperti, contribuiranno a valorizzare la storia della città e del territorio.

Per il programma approfondito consultare http://www.festadellastoria.unibo.it/FestaDellaStoria/default.htm