La poesia è la resistenza di fronte al vuoto comunicativo. Attraverso la profondità dell’essere umano ci collega, si offre, crea empatia. La poesia vive dell’ossigeno dell’avvicinamento, non di studi egoriferiti che allontanano. Ogni parola scritta ha bisogno di occhi che la leggano, di orecchie che la ascoltino, di cuori che sappiano vibrare. I poeti e il pubblico nello stesso luogo, con l’intento di ricreare comunità, come fin dall’antichità era primo risultato del fare poesia.

Partendo proprio da questo punto Alessandro Dall’Olio ideò nel 2013 “Portici Poetici”, la rassegna di incontri con i versi degli autori che a Bologna vivono, scrivono, o semplicemente condividono.

Poetesse e poeti che hanno legami con i portici della nostra città per motivi anagrafici, di nascita, di residenza, di studio, di ispirazione, d’amore. E che hanno il desiderio del confronto, rifuggendo i monologhi per cercare il dialogo.

La rassegna organizzata dall’attivissimo Gruppo 77 (di recente ritorno dal Festival Internazionale di Poesia “Virgilio” di Mantova) – giunta alla terza edizione con le sole proprie forze – è ospitata per il secondo anno nello splendido Salone delle Feste de I Portici Hotel Bologna (via dell’Indipendenza 69), la cui lungimirante direzione ha voluto continuare la collaborazione con il Gruppo 77 proprio per l’importanza e il valore delle offerte culturali proposte, per la trasversalità del pubblico coinvolto e per la contaminazione delle forme artistiche (musica dal vivo, danza) unite alla poesia.

La poesia è avere a che fare con l’altro, con gli altri, dentro al mestiere di vivere. E anche quest’anno la rassegna si impegna a portare, oltre a autori già conosciuti, le voci di esordienti o di chi non ha avuto ancora la possibilità di fare conoscere il proprio scrivere poetico. Voci provenienti da tante parti d’Italia che escono dai blog e dai siti per soli addetti ai lavori per incontrare fisicamente il pubblico e altri poeti.

Si inizia lunedì 8 giugno, alle ore 21, con i versi inediti della siciliana Angela Grasso, della vicentina Silvia Secco, e dei bolognesi Alessandro Dall’Olio ed Enea Roversi, accompagnati dalle note dei flauti traversi del Duodia (Silvia Frigeri, Alice Stefani). Ma non solo: a dare grazia e movimento ai versi proposti i passi di danza contemporanea di Sissj Bassani e Sara Magnani del Gruppo Nanou di Ravenna.

I successivi appuntamenti de I Portici Poetici 2015 sono in programma lunedì 29 giugno e lunedì 20 luglio. Tutte le serate sono a ingresso libero.