Simboli incontrastati di Bologna, le Due Torri sorgono nel cuore della città. Si tratta delle torri più alte di Bologna, che in passato ne contava più di un centinaio, la maggior parte delle quali ormai andate distrutte. A testimonianza della Bologna turrita di un tempo, restano oggi solo una ventina di torri. Esse sono frutto del periodo medievale della città, durante il quale le famiglie più facoltose di Bologna innalzarono queste strutture come simbolo del proprio potere e della propria forza.

torri-bologna

Le Due Torri vennero erette dalle famiglie Garisenda e Asinelli, da cui prendono il nome. La più grande delle due, la Torre degli Asinelli, oltre ad essere la più alta della città, è anche la torre pendente più alta d”Italia, grazie ai suoi 97,2 metri.
La Garisenda, invece misura oggi 48 metri, a causa di un crollo che l”ha privata di una ventina di metri di altezza.

E” possibile visitare la Torre degli Asinelli arrivando fino in cima. Da qui si può ammirare uno splendido panorama sulla città, davvero suggestivo. Nei giorni più nitidi si riesce perfino a scorgere il mare, che dista più di 100 km.
Le Due Torri si trovano all”incrocio tra Via Rizzoli, Strada Maggiore, Via Zamboni, Via San Vitale e Via Castiglione, a pochi passi da Piazza Maggiore e dalla Basilica di San Petronio.