L’antico borgo medievale, arroccato tranquillo e silenzioso sui colli, è lo sfondo dell’Ecomuseo della Collina e del Vino.

La sede è ospitata nella duecentesca Casa del Captiano e ad ogni tema illustrato nelle sale del museo corrisponde un itinerario da percorrere fuori, che porta i visitatori a conoscere dal vivo il territorio del Colli Bolognesi con le sue usanze, la sua storia e i suoi sapori.

Seguendo i quattro colori diversi della segnaletica si percorre un itinerario ad anello nel territorio comunale di Castello di Serravalle che tocca trentadue punti di interesse a tema diverso.

Stora e archeologia, natura e paesaggio, Agricoltura, Società e folclore si manifestano in un itinerario percorribile in auto, in bicicletta  o a piedi, alla scoperta di angoli di una bellezza quasi dimenticata.

Come l’Orto medievale, piccolo orto-giardino ripristinato come si faceva nel 1300, fecondo di frutti e verdure, aiuole fiorite e piante aromatiche: è un hortus conclusus, separata dall’ambiente naturale circostante e suddiviso in Giardino delle Delizie (fioriture e rose antiche), Orto dei Semplici (piante aromatiche e medicinali) e Verziere (verdure da mangiare). Da non perdere gli eventi dell’Ecomuseo che organizza le degustazioni di vini DOP sotto le stelle, passeggiate e concerti nelle vigne, visite guidate con laboratori a tema.

http://www.ecomuseoserravalle.it/