La notte dell’11 ottobre Bologna si tingerà di blu nelle vie, nei canali, nei palazzi, nei musei e negli angoli di una città mai vista. Notte blu è la festa dell’acqua della città. Una notte per tutti.
In programma un ricco calendario di visite, spettacoli, concerti e mostre (Opificio della Grada, Bagni di Mario, Museo del Patrimonio Industriale, Capo di Lucca, Terme San Petronio, Fondazione Cineteca, La Chiusa di Casalecchio, Sostegno del Battiferro, Palazzo Pepoli….) che sono legati da un solo fil rouge: l’acqua e la sua interazione con la città.

Il programma si potrà scaricare direttamente sul sito dell’iniziativa www.notteblubologna.it.

Per garantire una corretta fruibilità di molte iniziative occorre prenotarsi (i contatti si possono trovare sul sito oppure chiedere informazioni al 389/5950213 o eventi@consorzireno-savena.it) a partire da lunedì 29 settembre.

Sono più di una ventina di appuntamenti previsti in città, tutti volti a promuovere gli angoli più affascinanti della Bologna delle Acque e per la tutela del patrimonio idraulico.
I Consorzi dei Canali di Reno e Savena in Bologna, che da più di 800 anni sono determinati a continuare la loro opera di difesa, conservazione e sviluppo del sistema idraulico artificiale di Bologna si sono proposti, in collaborazione con il Comune di Bologna e Ascom Confcommercio Bologna e con il contributo di Carisbo, come promotori e coordinatori della seconda edizione della
Notte blu dopo il notevole successo registrato nella prima edizione contando più di 12.000 visitatori.

Per informazioni:
Consorzio della Chiusa di Casalecchio e del Canale di Reno
Silvia Gianni 389/5950213 eventi@consorzireno-savena.it
Il programma su
www.notteblubologna.it