L”Orto Botanico di Bologna è situato in Via Irnerio, molto vicino a Porta San Donato e a Via Zamboni.

Venne fondato nel 1568 ed è sempre stato uno dei più importanti giardini botanici d”Italia. Fin dall”inizio, il suo scopo didattico ha fatto si che venisse gestito da studiosi. Oggi è gestito dall”Università di Bologna.

L”Orto Botanico ha cambiato diverse sedi nei secoli, finché nel 1803 l”Università ha acquistato l”attuale spazio in Via Irnerio.

Dopo un periodo di relativo abbandono, corrispondente agli anni della Seconda Guerra Mondiale e del successivo dopoguerra, l”Orto Botanico è stato ristrutturato e ha preso l”aspetto odierno.

Le specie vegetali che vi si possono ammirare sono numerose e divise per tipologie. Il giardino frontale e il giardino posteriore ospitano una foresta, un laghetto e varie serre, tra cui la serra delle piante carnivore e quella delle piante tropicali.

Nell”area dello stagno, oltre a piante tipiche di questo ecosistema si trovano anche piccoli animali, come rane, rospi e libellule.

Nell”Orto Botanico si trova anche il classico orto dei semplici, solitamente presente in tutti gli orti botanici. La sua coltura si è sviluppata nel medioevo per coltivare e studiare le piante medicinali usate con scopi curativi.