“Sequenze di gola”: il ritorno del cinema in cucina

Dopo il successo dell’edizione del 2015, quest’anno la rassegna cinematografica Sequenze di gola, organizzata dal Dipartimento di Sociologia e Diritto dell’Economia e dal Circuito Cinema Bologna, si inaugurerà l’8 marzo, il giorno della Festa della donna con il film La cuoca del presidente di Christian Vincent, un film che si concentra sulla professione dello chef ma ne rivendica il carattere femminile. Il 15 marzo è la volta dell’anteprima del documentario di Mauro Bartoli Taste Memory: la storia di Michael White, dove si mostrano le origini emiliano-romagnole del successo mondiale dello chef USA. Il 22 marzo il pubblico potrà godere dell’eccezionale recupero di una pellicola degli anni 70, mai uscita in dvd e dispersa negli archivi: Qualcuno sta uccidendo i più grandi cuochi d’Europa di Ted Kotcheff, dove si fronteggiano cucina tradizionale europea e fast food statunitense in una avvincente trama poliziesca dai toni comici. La rassegna si concluderà il 30 marzo con un altro documentario inedito in Italia: Il DNA del ceviche di Orlando Arraigada. Presentato l’anno scorso al Festival di San Sebastián, conduce lo spettatore in un intrigante viaggio nella tradizione culinaria peruviana.

Le proiezioni si svolgeranno nel centro storico bolognese presso il Cinema Rialto, in via Rialto 19, alle ore 18:30. Il prezzo di biglietto e aperitivo è di 4 euro. Emil Banca mette a disposizione degli spettatori biglietti gratuiti sulla sua pagina Facebook. Alla fine di ogni proiezione, commenti e degustazione dei vini dell’Azienda Agricola Tizzano, partner dell’evento insieme a Emil Banca, l’Accademia Italiana della Cucina – Delegazione di Bologna, l’Accademia Nazionale dell’Agricoltura, il Touring Club Italiano, Italy Food Nest, con il patrocinio di City of Food is Bologna.

Evento Facebook: https://www.facebook.com/events/1027308550664179/

Acquisto biglietto presso sito web Circuito Cinema: https://www.circuitocinemabologna.it/film/la-cuoca-del-presidente-les-saveurs-du-palais-_2012

Nel ringraziare per l’attenzione, invito la Redazione a fare capo alla professoressa Bragaglia, che può essere contattata tramite e-mail istituzionale: cristina.bragaglia@unibo.it .