Corpus Domini

Il Corpus Domini (o Chiesa della Santa), costruito fra il 1477 e il 1480 dai toscani Nicolò Marchionne da Firenze e Francesco Fucci da Doccia, è uno dei santuari più cari alla devozione popolare. L’edificio è conosciuto anche con il nome di “Chiesa della Santa” in quanto in esso è conservato il corpo di Santa Caterina de’ Vigri, fondatrice nel 1456 del primo convento di suore Clarisse a Bologna. Il corpo della Santa, che visse nel convento fino alla sua morte, si conserva incorrotto nella cappella da più di cinquecento anni.
L’edificio presenta una bella facciata rinascimentale, unico elemento rimasto della costruzione originale, la cui parte grezza  è ravvivata da eleganti rilievi in terracotta attribuiti a Sperandio da Mantova. Si trova nelle vicinanze della Basilica di San Domenico.
La chiesa fu totalmente ristrutturata nel 1687 dall’architetto G. Giacomo Monti, che decise di decorare l’interno attraverso splendide pitture di M. Antonio Franceschini, ornati di Enrico Haffner e rilievi in stucco di Giuseppe Mazza: purtroppo i bombardamenti dell’ultima guerra hanno fatto in gran parte scempio di questo prezioso apparato artistico.
Degni di nota alcuni dipinti del Franceschini, tra cui il famoso Transito di S.Giuseppe (1692), e di Lodovico Carracci nonché la tomba del fisico Luigi Galvani e di Laura Bassi, celebre donna-scienziato del secolo XVIII.

Come arrivare a Corpus Domini

in bus: linee e orario sul sito www.tper.it
in auto: situato in zona a traffico limitato ZTL. Uscite tangenziale più vicine n. 1-2 direzione centro.

Modalità di ingresso

Gratuito

Orario di apertura

Santuario: tutti i giorni 9.00 – 12.00 e 15.00 – 19.00.
Cappella della Santa: Mar.-Gio.-Sab.-Dom. 9.30 – 11.30 e 16.00 – 17.45.
Ottavario di Santa Caterina: ogni anno dall’8 al 16 marzo. Durante questo periodo la cappella sarà aperta tutti i giorni. Durante le funzioni religiose le visite turistiche sono sospese.
Gli orari potrebbero subire lievi modifiche. Ulteriori informazioni: www.santuariocorpusdomini.it