Home Guida Bologna Vie e Piazze...

Via Marconi

Via Marconi, negli anni Trenta (1932-1936) fu costruita sotto l’amministrazione fascista che portò a compimento la moderna via di collegamento, chiamata inizialmente via Roma e arricchita sul

Via degli Orefici

Via degli Orefici, prima piccolo vicolo, è ora una via conosciutissima della città ricca di ristoranti, bar e locali alla moda (tra cui il celebre

Via Ugo Bassi

Via Ugo Bassi, insieme a via Rizzoli, occupa una porzione dell’antico decumano massimo romano, ovvero il tratto urbano con direzione est-ovest  della via Emilia (189 a.C.).

Via Castiglione

Via Castiglione (quartiere Santo Stefano) si estende da Palazzo della Mercanzia fino a piazza di Porta Castiglione, poi prosegue fuori porta. Poco prima di raggiungere la confluenza delle vie

Via D’Azeglio

Via D’Azeglio è situato nella zona “in” della città. Strada di passaggio con raffinati negozi, boutique e bar chic, a pochi passi dalla famosa e

Piazza di Porta Ravegnana

Piazza di Porta Ravegnana (originariamente Porta Ravennate) è il luogo in cui è possibile ritrovare il simbolo di Bologna, ovvero le due Torri, e la

Piazza Carducci

Piazza Carducci deve il suo nome alla casa  in cui visse l’omonimo poeta. Tra il 1890 e il 1907 Giosuè Carducci scelse un’antica chiesa sconsacrata

Piazza Nettuno

La Piazza Nettuno nasce nel 1565 con il fine di dare risalto all’omonima statua. La piazza fu il risultato di un lavoro che vide l’ingrandimento dello

Piazza VIII Agosto

Piazza VIII Agosto, di origini romane, divenne proprietà del Comune di Bologna nel 1219 e acquisì il nome di Piazza del Mercato in quanto dal

Piazza Santo Stefano

Piazza Santo Stefano, detta anche “Piazza delle Sette Chiese”, è una piazza di Bologna. Più propriamente, si tratta di uno slargo di forma triangolare della

Via Pescherie Vecchie

Il nome di via Pescherie Vecchie nasce da Pescarie, il nome che indicava i luoghi in cui erano le botteghe per la vendita del pesce. Anticamente le Pescarie erano

Via dell’Inferno

Via dell’Inferno era l’arteria principale del ghetto, verso la quale confluiva un intreccio di piccole strade: via de’ Giudei (un tempo via S. Marco e