Oltre alle Due Torri, non molto distanti, uno dei simboli più conosciuti della città di Bologna è la Fontana del Nettuno. La Fontana del Nettuno si trova nell”omonima piazza, proprio accanto a Piazza Maggiore, di fronte a Palazzo Re Enzo.
[image align=”left” img=”http://www.bologna.bo/wp-content/uploads/2012/09/statua-del-nettuno-226×300.jpg” url=”http://www.bologna.bo/wp-content/uploads/2012/09/statua-del-nettuno-226×300.jpg” rounded=”all” alt=”Statua del Nettuno” /]Si tratta di una fontana monumentale, alla cui sommità è collocata una grande statua che rappresenta il Dio Nettuno. La posizione della fontana corrisponde al punto d”incontro tra il cardo e il decumano massimo dell”epoca romana, ovvero l”antico centro della città.

La statua del Nettuno è opera dello scultore fiammingo Gianbologna ed è interamente realizzata in bronzo fuso. Per le sue dimensioni viene chiamata dai bolognesi “al zigant” ovvero il gigante. Il resto della fontana, invece, è stato progettato da Tommaso Laurenti, di Palermo.
Secondo una credenza, girare due volte in senso antiorario attorno alla Fontana di Nettuno sarebbe di buon auspicio per gli studenti che stanno per intraprendere un esame. Questa credenza deriva dal fatto che il Gianbologna, per progettare la statua girò proprio due volte attorno al piedistallo, prima di decidere definitivamente come rappresentare il Dio del mare.