La bellezza del paesaggio di media montagna tra le valli del Reno e del Setta rende quasi difficile immaginare che qui vennero scritte alcune delle pagine più tragiche della storia del ‘900. Il Parco Storico di Monte Sole ricopre quasi interamente l’area coinvolta nell’eccidio di Marzabotto del 1944: tra il 29 settembre e il 5 ottobre il luogo fu teatro di una delle più terribili stragi compiute dalle truppe naziste in Europa occidentale. Ottocento persone inermi, in gran parte donne, bambini e anziani, vennero uccisi; le loro case e chiese bruciate; persone, animali, cose spazzati via per sempre.

Ottocento civili caduti in stragi efferate ad opera dei nazifascisti, nel quadro di un’operazione di rastrellamento di vaste proporzioni diretta contro la formazione partigiana Stella Rossa.

Il Parco Storico di Monte Sole è unico nel suo genere in Italia ed ha un’anima complessa e affascinante, composta da itinerari tematici di diversi ed intrecciati tra loro, illustrati da cartelli posti lungo il percorso: oltre all’itinerario del Memoriale, il cuore di Monte Sole, nato per mantenere viva la memoria storica della Resistenza e degli eccidi nazifascisti, si possono percorrere anche l’itinerario Naturalistico, l’itinerario Etrusco e l’itinerario Morandiano.

Monte Sole è un luogo unico, dove la bellezza del paesaggio e la violenza della Storia si intrecciano indissolubilemtne, rendendo la visita al Parco di un evento emozionante che fa riflettere: ogni anno vengono organizzate celebrazioni, commemorazioni ed iniziative che vedono una folta ed accorata partecipazione.

Info:

Centro visite Il Poggiolo
Via San Martino 25 – tel. 051 6787100
www.parcostoricomontesole.it