Il Palazzo dell’Archiginnasio ha contribuito a dare alla Piazza Maggiore l’odierna forma.
Costruito per volere pontificio, con lo scopo di dare una sede fissa ed unitaria alle facoltà universitarie della città, ebbe anche un’altra funzione secondaria. La sua costruzione, proprio accanto alla Basilica di San Petronio, infatti, impedì definitivamente di realizzare il grandioso progetto della Basilica, che rimase pertanto incompiuta.

Fino al 1803 l’edificio fu dunque sede dell’Alma Mater Studiorum, l’università bolognese. In seguito diventò sede della più grande biblioteca della regione.
Le tracce del suo illustre passato sono ancora visibili all’interno, ne è un esempio il teatro anatomico, dedicato allo studio dell’anatomia umana e tutt’oggi visitabile.

L’ampio porticato costruito lungo la facciata di Palazzo dell’Archiginnasio, costituito da ben 30 arcate, è stato considerato per molto tempo il passeggio della Bologna nobile e facoltosa, insieme al portico adiacente di Palazzo dei Banchi.

Posizione