Il comune di Lizzano Belvedere, incastonato nell’appennino bolognese, ospita l’imponenza della montagna del Corno alle Scale, curioso appellativo per definire la singolare forma della parete settentrionale del monte, costituita da una serie di balze rocciose a gradinate.

Così a circa 70 km dal centro di Bologna, le cime montuose del Corno alle Scale, della Nuda, del Monte Cornaccio e del Monte Gennaio da un lato, e le Cascate del Dardagna e dell’Orrido di Tanamalia dall’altro, caratterizzano il Parco del Corno alle Scale, singolare oasi di grande impatto naturalistico.
[image align=”left” img=”http://www.bologna.bo/wp-content/uploads/2012/09/cascata-della-dardagna-225×300.jpg” url=”http://www.bologna.bo/wp-content/uploads/2012/09/cascata-della-dardagna-225×300.jpg” rounded=”all” alt=”Cascata della Dardagna” /]La varietà del paesaggio del Parco, infatti, dà origine all’alternarsi di boschi rigogliosi, praterie di montagna, zone coltivate e foreste lussureggianti che regalano al territorio faggi, abeti, pini, alberi da frutto e innumerevoli fiori.  E così nell’autenticità di una natura intatta, l’intrecciarsi del verde brillante degli aghi di un pino con l’azzurro intenso di una aquilegia alpina, ci proiettano nella dimensione perduta della semplicità.

In questo scenario incontaminato trovano il loro habitat ideale numerose specie animali. Infatti nel parco con un pizzico di fortuna è possibile incontrare caprioli, daini, una grande varietà di uccelli e da qualche anno anche lupi, rari e affascinanti abitanti dei nostri monti.
La conformazione montuosa del territorio, all’interno del Parco del Corno alle Scale, ha favorito la creazione di una stazione sciistica di primaria importanza nel panorama nazionale, composta da ben 36 km di piste. Grazie alla sua posizione e alle attrezzature per la neve artificiale di cui dispone, la Stazione sciistica del Corno offre la possibilità di sciare per circa 150 giorni all’anno.
Tutti gli sport invernali diventano protagonisti indiscussi al Corno alle Scale. Per i più spericolati, è attrezzata un’area per lo Snow Board e gli amanti dello sci di fondo troveranno le strutture adatte per praticare il loro sport preferito.

E durante la stagione più calda i mille sentieri del Parco riemergono dalla neve e invitano ad emozionanti percorsi di trekking e interessanti escursioni a stretto contatto con la natura.
Dunque Bologna, fortemente arricchita dalla sua provincia, non smette di stupire accontentando anche i visitatori più esigenti.