Dove sciare nei dintorni di Bologna

Home Guida Bologna Appennino Bolognese Dove sciare nei dintorni di Bologna...
0 Commenti

Alla scoperta di tre luoghi fantastici sul nostro appennino: Corno alle Scale, Sestola e comprensorio Cimone e Lama di Mocogno.

Bologna oltre ad essere la città della cultura, della buona cucina e del divertimento, è anche un punto di partenza per gli appassionati della montagna e dello sci. Ma anche chi non ama sciare, può immergersi in passeggiate nel silenzio della natura sugli ampi pianori o nelle splendide pinete.

Vi segnaliamo 3 destinazioni che si trovano a pochi chilometri dal centro di Bologna e facilmente raggiungibili.


Corno alle Scale

Corno alle Scale è la vetta più alta della provincia di Bologna. Il suo nome è legato a quello del grande campione di sci Alberto Tomba, che qui ha iniziato la sua attività sportiva, infatti due piste delle tante piste da sci portano proprio il suo nome. Corno alle Scale offre 40 km di piste, che comprendono due anelli per lo sci di fondo e uno snowpark per lo snowboard in località Le Malghe. La porta d’accesso per il comprensorio è la località di Lizzano Belvedere.

Informazioni utili

Per chi vuole andare a sciare al Corno alle Scale senza salire in auto, arriva il servizio Colbus, cioè un collegamento treno-bus. Si prende il treno in stazione a Bologna, si arriva a Porretta Terme e qui si sale sul bus 965. Le fermate sono: Porretta Terme – Silla – Gaggio Montano – Querciola – Lizzano in Belvedere – Vidiciatico – Corno alle Scale.

Altra grande novità al Corno alle Scale è la connessione wi-fi libera. I punti sono tre: il Centro Servizi (Località Polla), il rifugio le Malghe e il rifugio le Rocce. Tra le altre novità lo snowpark a monte della seggiovia Direttissima, uno spazio recintato nella zona Polla dedicato a slittini e bob e una nuova biglietteria alla Tana della Cavalla, che permetterà di acquistare lo skipass direttamente dall’auto.
Tutte le notizie in tempo reale sulla nuova app Cornosci, con cui si può anche comprare lo skipass online.

Sestola

Il comprensorio sciistico Monte Cimone dispone della più ampia varietà di piste e di attività sulla neve di tutto l’Appennino tosco-emiliano, oltre ad essere con i suoi 2.165 metri la punta più alta Appennino settentrionale.

Sono sei le località attorno alla montagna dalle quali partono impianti di risalita che portano sulle piste del comprensorio, il punto di partenza più basso si trova nel paese di Montecreto a 900 metri di altezza mentre il punto più alto sciabile si trova a 1.976 metri nella zona di Buca del Cimone.

Ognuna di queste sei zone dispone di una propria particolarità ma tutte ben attrezzate con punti di ristoro e noleggi, e quasi tutte con alloggi e scuole sci.

Passo del Lupo

Questo è probabilmente il fulcro di tutto il comprensorio, veloce da raggiungere dalle vicine Sestola e Pian del Falco grazie anche al servizio navetta, e per questo il punto più trafficato.

La zona è dotata di negozi e noleggi per attrezzatura sportiva, ristorante, albergo direttamente sulle piste e scuole sci e snow.

La breve seggiovia Colombaccio serve una semplice pista blu, mentre il tapis roulant Dei Maestri è dedicato ai bambini ed al campo scuola sci.
La seggiovia Esperia invece porta verso Monte Cervarola e Montecreto, Infine la funivia Passo del Lupo sale velocemente in quota, oltre i 1.800 metri, in una zona dove si snodano diverse piste rosse, una di queste ritorna a Passo del Lupo, le altre invece di allacciano ad altri versanti del comprensorio.

Montecreto

Piccolo paese a 900 metri di altitudine, è il punto più basso del comprensorio. Appena fuori dal paese si trova la seggiovia Stellaro, che porta verso la cima del monte Cervarola dove si incontrano due brevi piste: la Cervarola Nord, indicata come rossa e la Cervarola Sud, indicata come nera.

Lago della Ninfa

Il Lago della Ninfa è probabilmente la zona più affascinante del comprensorio. Qui è presente un noleggio, un punto ristoro, un baby park con gonfiabili e altri giochi e lo snow park Ninfa4All, rinnovato nel 2016 con ancora più attrezzi e acrobazie da fare, attorno a questa area del comprensorio è possibile intraprendere passeggiate con le ciaspole, anche in gruppi organizzati, in sentieri tra i boschi.
Il Lago della Ninfa è servita solamente dall’omonima seggiovia che porta poco più in quota dove si aprono diversi tracciati di raccordo verso altre zone del comprensorio.

Lago della Ninga – Foto © BolognaBO

Cimoncino

Per chi ha intenzione di accedere in maniera veloce alla parte delle piste più difficili e lunghe del comprensorio, quindi arrivare velocemente alla zona della Buca del Cimone, il Cimoncino è la località più adatta dove giungere e parcheggiare il proprio mezzo.

Qui infatti la seggiovia a 6 posti Cimoncino 1°tronco porta quasi in vetta al comprensorio, compito che assolve invece la seggiovia Cimoncino 2° tronco, questo secondo pezzo porta a quota 1.976 metri di altitudine, il punto più alto sciabile, e serve la pista nera Delle Pernici discretamente impegnativa soprattutto nel suo primo tratto, la più breve pista nera Delle Aquile ed un raccordo con il versante di Le Polle grazie alla lunga pista nera Baggiolara II.

La zona del Cimoncino dispone nella parte a valle di un baby park, di un un campo scuola sci e snowboard con tapis roulant e relativa pista blu, di un rifugio di vari negozi e noleggi ed un hotel direttamente sulle piste.

La sua vicinanza con la Toscana, dove arrivano numerosi sciatori e turisti fa del Cimoncino un altro punto notevolmente popolato della montagna.

Le Polle

Località isolata nel versante nord-occidentale del comprensorio, dispone di hotel e ristoranti direttamente sulle piste, oltre a scuola sci e noleggi di attrezzatura sportiva.

Questa zona è servita da un tapis roulant con pista blu dedicata ai campi scuola, dalla breve seggiovia Ariete che serve due piste rosse e dalla seggiovia Polle-Valcava che serve le piste rosse Sette Fontane e Baggiolara, oltre ad una pista di raccordo per la zona di piste Passo del Lupo o Pian Cavallaro.
La pista rossa Baggiolara si incrocia anche con la nera Razzo, dedicata a Giuliano Razzoli, e con l’ultimo troncone della nera Baggiolara II che scenda direttamente da Buca del Cimone fino a Le Polle.

Questa è probabilmente la zona migliore del comprensorio, con seggiovie ampie, recenti e veloci e piste discretamente lunghe e divertenti anche per sciatori intermedi ed esperti.

Pian del Falco

Staccato dalle piste del Cimone, si può raggiungere, oltre che con la propria aiuto, anche con un servizio di navetta. Qui si trova un campo scuola con una breve pista blu perfetta per bambini alle prime armi

Comprensorio Cimone e Lama di Mocogno

Località sciistica di piccole dimensioni ma ben attrezzata e ideale per passare qualche ora sulla neve con la famiglia. Piane di Mocogno dispone di 4 impianti che servono 4 piste per lo sci alpino che si snodano sulle pendici del Monte Cantiere. La nera “Lupo” scende dalla vetta (1617 m), mentre a valle le verdi del campo scuola sono adatte a muovere i primi passi sulla neve.

Il punto di forza della località è però lo sci di fondo: gli appassionati troveranno infatti 9 anelli per oltre 50 km. Tutte le piste hanno una larghezza media di 9 metri e sono battute per entrambe le tecniche (classica e skating) garantendo percorsi adatti sia per i principianti sia per i più esperti.

A cura di Gianmarco Di Nunzio

CONDIVIDI SU:
Sezioni:
Il nostro motto è “Vivere in una città non vuol dire semplicemente abitarla” e quindi BolognaBO propone aggiornamenti continui per essere parte integrante di quanto ci circonda.

Partner

Booking Partner 1
Gazzetta del gusto
Dozza Calling
Enoteca Regionale
TurismoVacanza 1
DoppioQuarto 1