Franco Fasano all’Antoniano per presentare il libro “Io Amo”

Home Eventi Franco Fasano all’Antoniano per presentare il libro “Io Amo”...
0 Commenti

Il cantautore fa tappa Bologna domenica 19 dicembre dalle 15.30, per raccontarsi al pubblico e parlare della sua autobiografia che prende il nome dalla famosa canzone scritta per Fausto Leali

Sarà un pomeriggio di parole e musica, di arte e di emozioni quello di domenica 19 dicembre a Bologna presso il Centro Antoniano in via Guinizelli 3. Il cantautore Franco Fasano, per tutto il pomeriggio, incontrerà il pubblico presso l’Aula Padre Berardo Rossi per presentare “Io amo”, la sua autobiografia curata da Massimiliano Beneggi, edita da D’IDEE.

Prendendo il titolo dal famosissimo brano composto per Fausto Leali, il libro racconta la carriera, il percorso e le canzoni di uno dei più poliedrici poeti musicali della nostra storia.

Io Amo di Franco Fasano: il libro presentato a Bologna

“Io amo” non è solo il titolo di un successo discografico, ma un approccio compositivo con cui Franco Fasano, autore raffinato che fa della musica una vera e propria ricerca tra le storie che vive, sorprende da oltre quarant’anni il pubblico scrivendo brani che raccontano le sfumature dei sentimenti.

Da “Mi manchi” a “Ti lascerò”, da “Regalami un sorriso” a “Colpevole” passando per grandi classici dello Zecchino d’Oro come “Goccia dopo goccia” e “Il Katalicammello” fino a sigle dei cartoni animati come “Piccoli problemi di cuore” e “Rossana”, il leitmotiv è sempre l’amore.

Franco Fasano all'Antoniano per presentare il libro "Io Amo" 1

Franco Fasano sarà all’Antoniano il 19 dicembre (Foto © Federico Ferrario).

Per la prima volta Franco Fasano ripercorre la sua lunga carriera fatta di molti retroscena che il pubblico non conosce ancora e importanti incontri con i tanti interpreti delle sue canzoni (Bruno Lauzi, Mina, Mia Martini, Anna Oxa, Fiordaliso, Massimo Ranieri, Franco Califano, Iva Zanicchi, Fausto Leali, Al Bano e tanti altri) e scoperte straordinarie come Ignazio Boschetto e Gianluca Ginoble (Il Volo).

Per la presentazione del libro, il cantautore toccherà tante tappe in giro per l’Italia partendo proprio dall’Antoniano di Bologna, un luogo a cui è fortemente legato avendo conquistato il podio per ben sei volte con i suoi brani per lo Zecchino d’Oro. Del suo rapporto viscerale con la storica rassegna musicale bolognese dedicata ai bambini, Fasano parla esplicitamente nel libro, ricordando come siano state proprio le partecipazioni allo Zecchino a regalargli i momenti indimenticabili, facendogli spesso dimenticare quelli più difficoltosi.

«Capivo, alle soglie della mia quarta partecipazione consecutiva, che l’Antoniano era come l’Africa: basta andarci una volta per soffrire il “mal di Zecchino” se non ci torni almeno con una canzone – scrive l’autore nelle pagine di “Io Amo».

Un forte legame con Bologna e con l’Antoniano

Da Giorgio Comaschi (che sarà presente il 19) a Cristina D’Avena, passando per Lucio Dalla, Gianni Morandi, Fio Zanotti, Celso Valli e Mauro Malavasi, sono tanti i protagonisti dello spettacolo incontrati a Bologna da Franco Fasano che, proprio nel capoluogo emiliano, studiò per qualche tempo al Dams prima di intraprendere la sua definitiva carriera di artista.

L’evento di domenica 19 si terrà presso l’Aula Padre Berardo Rossi dell’Antoniano, la stessa dove durante l’anno si tengono le prove del Piccolo Coro Mariele Ventre, diretto da Sabrina Simoni. La stessa dove da sempre i bambini scoprono per la prima volta le canzoni che interpreteranno in gara allo Zecchino d’Oro. Lì sono quindi nati i primi ascolti di innumerevoli canzoni della storia della musica, comprese quelle di Franco Fasano.

La prima volta di Franco Fasano allo Zecchino d’oro

Il cantautore ha partecipato al concorso per la prima volta nel 1994 con il brano Goccia dopo goccia. Vinse poi con È meglio Mario, Un bambino terribile, Il singhiozzo, Wolfango Amedeo, Ma che mondo l’acquario, La doccia col cappotto. Nel 2013 e nel 2014 è stato anche Direttore artistico delle canzoni in gara.

Durante l’evento, che si terrà nel rispetto delle misure di sicurezza sanitaria, verrà seguito in diretta il momento in cui, da Parigi, Elisabetta Lizza al JESC (Junior Eurovision Song Contest) canterà il brano Specchio (Mirror On The Wall) di Rigamonti – Palaferri – Iardella – Fasano.

Per la partecipazione all’evento bolognese è richiesto il Green Pass. Trattandosi di un evento con posti limitati, consigliamo di prenotare scrivendo a libri@didee.eu o inviando un sms o Whastapp al numero: 331.6338482 indicando il nome, cognome e un contatto (mail o telefono) della persona che fisicamente parteciperà alla presentazione.

CONDIVIDI SU:
Sezioni:
Il nostro motto è “Vivere in una città non vuol dire semplicemente abitarla” e quindi BolognaBO propone aggiornamenti continui per essere parte integrante di quanto ci circonda.