A Bologna apre Terzi To Go, il chiosco per un caffè di qualità

Home Lifestyle Food & Drink A Bologna apre Terzi To Go, il chiosco per un caffè di qualità...
0 Commenti

Il nuovo progetto di Caffè Terzi in piazza Aldrovandi, si aggiunge alla storica caffetteria di via Oberdan, specializzata nella selezione e torrefazione di caffè di pregio

Da circa un mese la città di Bologna, come il resto d’Italia, si è risvegliata dal lunghissimo torpore determinato dalla pandemia. Le attività hanno rialzato le saracinesche, accogliendo folle di persone felici di riprendere le consuete abitudini sociali, ma non sono mancate diverse novità con l’inaugurazione di nuovi locali o addirittura di nuovi format oltre al rilancio di Fico Eataly World che si presenta con un programma completamente rivoluzionato.

Terzi To Go Bologna, l’espresso o la colazione informale ma di qualità

Una delle sorprese che più hanno entusiasmato Bologna si chiama Terzi To Go, in piazza Aldrovandi, il nuovo chiosco di Elena e Manuel Terzi, già proprietari del Caffè Terzi di via Oberdan 10  e del bar nel cuore di Vignola.

A Bologna apre Terzi To Go, il chiosco per un caffè di qualità 2

Un caffè Terzi e un cookies con scaglie di cioccolato (Foto © Bologna.BO).

Terzi To Go è, contemporaneamente, una nuova e centralissima caffetteria e un format innovativo, non solo per Bologna. Infatti consente di fare colazione, sorseggiare un cappuccino o degustare un ottimo espresso in un contesto informale e rilassato. Non vengono meno, comunque, la pulizia, la premura per il cliente e la professionalità che ha sempre contraddistinto Caffè Terzi.

«Terzi To Go – spiega Manuel Terzi – esprime un desiderio di rinascita, di ripartenza, di libertà e di internazionalizzazione di una città che, per quanto aperta, è sempre un po’ provinciale. Ci siamo ispirati ai caffè parigini o, tornando all’Ottocento, ai carrettini ambulanti che vendevano il “caffè sul ginoeucc”, detto così perchè le persone in piedi dovevano appoggiare la tazzina sul ginocchio per mescolare lo zucchero. Noi cerchiamo di fare una cosa simile, informale e internazionale ma, allo stesso tempo, alla mano e fruibile perchè il caffè deve essere un piacere per tutti».

Noi di Bologna.Bo ci siamo stati all’inaugurazione del 19 giugno. Tornati qualche giorno, fa era percepibile la stessa allegria e soddisfazione delle persone, più predisposte a fare due chiacchiere davanti al bancone di un chioschetto che – probabilmente – mette meno soggezione.

Il grazioso spazio, situato a fianco di quello occupato da “Sottobanco”, è decorato con i colori tipici del brand e concentra – in pochi metri quadri – la filosofia aziendale basata su raffinatezza, sobrietà, servizio impeccabile e – soprattutto – caffè etico e di una qualità che fa percepire sentori di fiori, frutta e ciccolato.

Terzi To Go Bologna in p.zza Aldrovandi

Crostate con varie farciture (Foto © Bologna.BO).

La Miscela n. 4 di Caffè Terzi

Nel chiosco di Piazza Aldrovandi, viene servita la Miscela n. 4, una delle più amate dai consumatori. È composta da caffè a filiera cortissima, ossia comprati direttamente dalla piantagione con una grande attenzione all’etica, e una larghissima percentuale di caffè di raccolto biologico. L’assemblaggio di Arabica e Robusta produce una tazza dolce, piena, ricca, cremosa, cioccolatosa e di facile beva con un tenore di caffeina medio.

Non solo espresso e cappuccino al Terzi To Go perché anche nella proposta di pasticceria, il principio è di servire al pubblico solo prodotti biologici, genuini e artigianali, dalle crostate farcite con varie confetture, alle brioches sempre fresche, dai biscotti con diversi impasti alle classiche pesche e raviole all’Alchermes. Viene prestata attenzione tanto alla tracciabilità e alla salubrità dei prodotti quanto all’equità, soprattutto sul caffè per il quale non si deve incentivare la pratica dello sfruttameto alla fonte.

Oltre alla caffetteria classica, si asseconda anche la stagionalità. D’estate si troveranno caffè sul ghiaccio, granite, cold brew e tè freddo mentre, quando la temperatura diventerà più rigida, si potranno degustare Irish coffee e cioccolata calda semplice oppure aromatizzata con qualche spirito. Non mancano neppure cialde e capsule con le miscele Terzi (altro che quelle che si trovano in commercio!) per le macchine espresso da abitazione.

«Dopo una pandemia e l’approssimarsi dell’estate con le sue temperature torride è il momento meno indicato per proporre del caffè – confessa Manuel Terzi – ma ciononostante i riscontri sono molto positivi con incassi in aumento. La cosa che ci gratifica maggiormente, però, è che chi viene ritorna e porta qualcuno».

Caffè Terzi e il “rito” della tazzina

Dal 2011, Caffè Terzi si occupa della selezione delle migliori varietà del mondo, della tostatura, della trasformazione e della commercializzazione del caffè, svolgendo un importante lavoro di valorizzazione del prodotto.

Insieme ad altri pochi artigiani, Terzi ha contributo a rendere il caffè una “bevanda edonica”, capace di generare piacere e con peculiarità gusto-olfattive non presenti nelle tazzine che si trovano in molti bar. Una sorta di ritorno alle origini, quindi, dal momento che fin dall’antichità il caffè era visto come dono divino estraneo al commercio. La sua funzione nobile richiedeva un cerimoniale più o meno rigoroso che negli ultimi è stato rivalutato considerando la degustazione caffeicola al pari di quella del vino.

Terzi To Go a Bologna è in piazza Aldrovandi 15 ed è aperto tutti i giorni dalle 8.00 alle 18.30. Info: www.caffeterzi.it. Vi salutiamo riportandovi i versi di Umberto Saba su Piazza Aldrovandi:

Piazza Aldrovandi e la sera d’ottobre
hanno sposate le bellezze loro;
ed è felice l’occhio che le scopre.

L’allegra ragazzaglia urge e schiamazza
che i bersaglieri colle trombe d’oro
formano il cerchio in mezzo della piazza.

Io li guardo: Dai monti alla pianura
pingue, ed a quella ove nell’aria è il male,
convengono a una sola vita dura,

a un solo malcontento, a un solo tu;
or quivi a un cenno del lor caporale
gonfian le gote in fior di gioventù.

La canzonetta per l’innamorata,
un’altra che le coppie in danza scaglia,
e poi, correndo già, la ritirata.

E tu sei tutta in questa piazza, o Italia.

(U. Saba, La ritirata in Piazza Aldrovandi a Bologna)

 

CONDIVIDI SU:
Sezioni:
Giornalista e addetto stampa, scrivo di enogastronomia, viaggi e cultura. Inoltre sono copywriter, consulente SEO e digital media marketer per varie realtà.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *