L’affascinante mole della Rocca Bentivoglio domina il centro storico dall’alto di un colle. Fondata presumibilmente intorno al Mille a protezione dalla aggressioni barbariche che flagellavano l’area padana in quel tempo,venne data in concessione al padre di Matilde di Canossa, Bonifacio, nel 1038.

Nel Duecento fu assediata due volte dai Bolognesi che la espugnarono nel 1247, la rasero al suolo e ne portarono le pietre a Monteveglio per la costruzione di alcuni edifici. Ricostruita dagli Este nel XIV secolo, deve il suo attuale aspetto alle trasformazioni di epoca rinascimentale quando Messer Zoane fece del castello una delizia, luogo di villeggiatura fuori città: Giovanni II Bentivoglio fu signore di Bologna dal 1463 al 1506 e ancora oggi si possono ammirare le sue iniziali Ms ZO tra gli stemmi dipinti a tempera sulle pareti delle sale al pian terreno, mentrenella sala dei Ghepardi si legge il motto “Per amore tutto ben volgo soferire“. In queste stesse sale nel 1799 si trovava prigioniero il poeta Ugo Foscolo.

Oggi la Rocca è sede del Museo Civico Arsenio Crespellani, intitolato alla memoria dell’archeologo autore di numerose campagne di scavo nella zona: le raccolte mostrano materiali risalenti all’erà del bronzo e del ferro (scoperti proprio qui nelle necropoli), reperti romani e del periodo altomedievale, nonchè due raccolte di ceramiche e una serie di armi e divise risorgimentali.

Info:

Tel. 051 836442

www.roccadeibentivoglio.it