Le terme a Bologna e provincia

Le terme a Bologna e provincia

Le terme a Bologna e provincia

Il Mare Termale Bolognese raggruppa 5 centri termali operanti a Bologna città e provincia (Terme Felsinee, Terme San Petronio, Terme San Luca, Acquabios e Villaggio della Salute Più).

Il gruppo nel 2011 ha sostenuto la manifestazione “Archeopolis” del Museo Civico Archeologico di Bologna, partecipando anche con la realizzazione di un percorso espositivo sulla storia delle terme romane.

Il termalismo a Bologna inizia infatti ai tempi degli antichi romani, all’inicio sel I sec. d.C., quando la città si chiamava Bononia.

La prima documentazione storica sulle terme bolognesi viene fornita da una lunga iscrizione incisa su una tabella in calcare, murata nel cortile di Palazzo Albergati (in Via Saragozza), poi integrata con un riferimento relativo al II sec. d.C. Un’altra importante iscrizione, rinvenuta nell’area suburbana di Bononia, risale al III sec. d.C.

Grazie a tali documentazioni si possono accertare questi fatti storici:

  • L’imperatore Augusto ha costruito l’impianto termale pubblico a Bologna agli inizi del I secolo d.C.; tale terme sono state successivamente ristrutturate nel I sec. d.C. da un altro imperatore della casata Giulio-Claudia. Il nome preciso è stato cancellato: si può trattare di Caligola o di Nerone, perchè entrambi condannati a damnatio memoriae. E’ plausibile che si tratti di Nerone, che era particolarmente legato alle sorti di Bononia.
  • Nel II sec. d.C. un facoltoso bolognese, Tito Aviasio Servando, lascia per testamento a nome del figlio Seneca un’ingente somma (400.000 sesterzi) perchè fosse possibile l’accesso gratuito alle terme augustee da parte di adulti e bambini di entrambi i sessi.
  • Nel III sec. d.C. c’è un’iscrizione di carattere che oggi definiremmo pubblicitario, in cui Caio Legianno Vero offriva nelle sue terme suburbane gli stessi servizi e comfort che si potevano trovare nelle terme di città.

La storia termale di Bologna dura quindi da più di 20 secoli, seppur con alterne vicende: tra la fine dell’Ottocendo e l’inizio del novecento sono state in attività le terme di Corticella, a cui seguirono quelle di Casaglia.

La fine del XX secolo è segnata invece dall’attività delle Terme Felsinee, a cui seguono nel XXI le Terme San Luca e le Terme San Petronio.

Le attuali terme di III.a generazione recuperano la filosofia del termalismo romano, incentrato sui bagni termali. Ovviamente con alcune importanti differenze, a partire dal fattoche le proposte sono rivolte alla persona nella sua globalità.

terme-san-luca

Terme San Luca

Terme San Petronio

Terme San Petronio

Terme Felsinee

Terme Felsinee

Villaggio della Salute Più

Villaggio della Salute Più

Terme Acquabios

Terme Acquabios

Terme Porretta

Terme Porretta

Ti è piaciuto l'articolo? Portalo con te!!
QR:  Le terme a Bologna e provincia
Se Bologna è la tua città, se ti senti cronista di ciò che accade in centro ed in provincia, se sei attore o attrice nel territorio e vuoi raccontare qui la tua città... Puoi farlo da protagonista, diventando autore di Bologna.BO!


Vuoi farti conoscere su Bologna.Bo? Contattaci!Compila il form!


Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Itinerari / Mostre:

  • 15 novembre 2014Fantasie Astratte
AEC v1.0.4

Ultimi articoli inseriti:

Pubblicità

Dormire-A-Bologna
TurismoVacanza
Agriturismiditalia
Ristorantiditalia

Seguici su Twitter

Segnala Evento:

Grazie! La tua email è stata inviata con successo! Lo Staff di Bologna.Bo provvederà ad evaderla nel più breve tempo possibile!!

Si è verificato un errore durante l'invio del messaggio. Si prega di riprovare più tardi.

Invio messaggio...